honda toyota renault ford

Lo scorso anno il settore automobilistico ha attraversato uno dei momenti più difficili di sempre a causa di alcuni scandali che, purtroppo, hanno colpito i noti marchi Renault e Ford. Il 2020 sembrava aver risolto definitivamente la questione ma, di recente, sono apparse delle nuove problematiche in casa Toyota e Honda. Le due aziende Giapponesi, infatti, stanno riscontrando non pochi problemi con i sistemi che gestiscono l’espulsione degli Airbag. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Toyota e Honda: ecco i nuovi problemi segnalati dalle aziende

Parliamo di Toyota. Di recente, infatti, l’azienda Giapponese ha riscontato un pericoloso malfunzionamento legato al sistema che permette agli Airbag di essere espulsi al momento dell’impatto. A quanto pare, infatti, una fastidiosa interferenza elettrica rischia di bloccare l’Airbag all’interno della sua scocca. Ecco di seguito i veicoli interessati:

  • Corolla immatricolate nel periodo compreso tra il 2011 e il 2019
  • Matrix immatricolate tra il 2011 e il 2013
  • Avalon, ibride e non, immatricolate tra il 2012 e il 2018

Nonostante ciò, però, di recente Toyota ha annunciato l’arrivo di un nuovo filtro anti-interferenza che, secondo quanto dichiarato, dovrebbe risolvere definitivamente il problema.

Situazione leggermente più pericolosa nel caso di Honda. A quanto pare, infatti, su molteplici veicolo del colosso Giapponese è stata rilevata una pressione anomala all’interno della scocca in metallo che contiene l’Airbag. Quest’ultima, quindi, rischia di esplodere da un momento all’altro, creando non pochi problemi all’interno dell’abitacolo.  Ecco di seguito i veicoli attualmente interessati dal problema:

  • Accord immatricolate tra il 1998 ed il 2000
  • Civic immatricolate tra il 1996 ed il 2000
  • CR-V immatricolate tra il 1997 ed il 2001
  • Odyssey immatricolate tra il 1998 ed il 2001
  • EV Plus immatricolate tra il 1997 ed il 1998.