Surface Duo, il nuovo dispositivo pieghevole a doppio schermo di Microsoft, è apparentemente vicino al lancio. Trapelati dei documenti rilasciati dalla FCC e sulla pagina ufficiale per la certificazione Bluetooth (SIG). I prodotti che compaiono in questi elenchi sono in genere a poche settimane dal lancio.

Surface Duo è stato annunciato nel 2019 e utilizza il sistema operativo Android di Google anziché il sistema operativo Windows. “Questo prodotto unisce il meglio di Microsoft e stiamo collaborando con Google per offrire il meglio di Android. Tutto in un un unico prodotto”, ha dichiarato all’epoca il responsabile del progetto, Panos Panay. “Questa tecnologia è il connubio perfetto”. 

Si vociferava che il lancio ci sarebbe stato durante le vacanze natalizie di quest’anno. Tuttavia, potrebbe arrivare anche poco prima. Il dispositivo avrà due schermi da 5,6 pollici. Se completamente aperto raggiunge circa 8,3 pollici. Panay, Chief Product Officer di Microsoft, ha anche twittato un’immagine di se stesso utilizzando Microsoft Duo, il che implica che il prodotto è quasi completo.

Microsoft Surface Duo: il lancio è sempre più vicino, nuove voci suggeriscono settembre

Secondo alcune fonti la società aveva inizialmente pianificato di presentare Surface Duo e altri dispositivi a doppio schermo durante la conferenza di qualche settimana fa. A causa del Coronavirus la conferenza è stata rimandata. Pare che stando a queste tempistiche, il dispositivo potrebbe arrivare persino prima di ottobre, probabilmente a settembre. Ma ancora una volta sono per lo più supposizioni che per quanto credibili non sono state confermate ufficialmente dall’azienda.

Microsoft non è l’unica azienda a lanciare un dispositivo pieghevole in questo periodo. Anche Samsung sta lavorando al Galaxy Z Flip 5G e dovrebbe annunciare il sequel del suo Galaxy Fold a breve. Huawei ha rilasciato una seconda versione del suo smartphone Mate X, chiamato Mate XS. Ognuno di questi dispositivi si piega in diversi modi: il Duo di Microsoft si piega come un libro, così come il Galaxy Fold, anche se con uno schermo differente nella parte anteriore. Il Mate XS, invece, si piega quasi “su se stesso”.