luce e gas

L’ARERA, ossia l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ritiene che questo periodo storico in particolare sia il migliore per cambiare il proprio gestore delle utenze e iniziare quindi a risparmiare sulla bollette di luce e gas. Il motivo principale di questa considerazione è che, nel mese di aprile, sembra aver registrato un calo sostanziale dei costi pagati da intestatari e famiglia per tutto ciò che concerne le utenze domestiche. Questa situazione probabilmente si è registrata a causa dell’abbassamento dei costi delle materie prime. La condizione durante il lockdown sembrava essere una cosa positiva, ora che la quarantena è finita però è diventato totalmente l’opposto e i prezzi hanno incominciato a lievitare.

È stato fatto un paragone tra i risultati di quest’anno e quelli dell’anno scorso nel medesimo periodo. In questo modo si è potuto calcolare un paragone dei risultati analoghi.

 

Luce e gas: le offerte che stanno riscuotendo un maggiore interesse

Uno dei consigli che ci sentiamo di darvi e che può sicuramente aiutarvi a trovare la migliore offerta per voi è sicuramente utilizzare siti come SOS.Tariffe e Altroconsumo.

Secondo dei vari calcoli effettuato da ARERA, per un consumo tale da raggiungere le 2700 Kwh è possibile andare a risparmiare fino a 75 euro. In questo caso si parla di bolletta della luce. Il discorso non sembra differire di parecchio nel momento in cui parliamo della bolletta del gas. Infatti, dopo il salto da mercato tutelato a libero, con un consumo annuale di 1400 SMC, si può risparmiare fino ad 80 euro. Il risparmio anche in questo caso potrebbe essere davvero considerevole.

In ogni caso, uno dei motivi principali per cui è stato attuato questo cambiamento di prezzi repentino non sembra riguardare solo ed esclusivamente il fattore quarantena, ma anche una diffusione abbastanza fitta di contratti a maggiore tutela.