Il colosso americano Google ha recentemente svelato il nome (interno) del prossimo sistema operativo, stiamo ovviamente parlando di Android 11 che avrebbe dovuto chiamarsi Red Velvet Cake.

Vi ricordo però che già l’anno scorso il colosso di Mountain View aveva deciso di smettere con la tradizione di associare nomi di dolci alle sue release del sistema operativo. Il soprannome rimane quindi del tutto ufficioso, ma estesamente usato degli sviluppatori interni di Google. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Google ha (quasi) dichiarato il nome dolce del prossimo sistema operativo

A svelare la notizia è stato Dave Burke, vice presidente dell’OS, nel corso di un’intervista per il podcast americano All About Android. Burke ha precisato che Red Velvet Cake, un tipo di torta molto diffuso negli USA, non sarà menzionato in nessuna documentazione ufficiale. Ha anche detto che c’è ancora tempo per qualche sorpresa relativa ad Android 11, anche se ormai manca solo una beta e poi si partirà con il rilascio della versione stabile.

Il vice presidente ha detto che, siccome il sistema è sempre più modulare e tanti componenti si possono aggiornare dal Play Store, non c’è più bisogno di implementare ogni novità nel circuito Beta. Naturalmente massimo riserbo sulle effettive novità, ma almeno sappiamo che c’è ancora qualcosa da scoprire. In contemporanea alla novità, il colosso Google ha anche dato il via libera alla distribuzione di Chrome OS 84 che arriverà su tutti i dispositivi compatibili entro le prossime settimane.

Prima di tutto menzioniamo una nuova grafica per l’applicazione Files, che ha ora una grafica più pulita con sfondo tutto bianco, senza la parte colore blu in alto. Successivamente la tastiera virtuale sarà ridimensionabile e lo split screen più intuitivo. Ci sarà anche una nuova applicazione di supporto tecnico che si chiama “Esplora”. Non ci resta che attendere il suo arrivo per scoprire le novità nei minimi dettagli.