DVB T2 ItaliaIl Digitale Terrestre sta cambiando anche in Italia dove, a partire dal mese di Giugno, è in atto il nuovo aggiornamento DVB T2 che avrà come scopo quello di aumentare la qualità dei contenuti. Una modifica valida a livello nazionale per la quale si procederà gradualmente da Nord a Sud. Al momento tanti utenti sono in grado di ricevere normalmente tutti i loro canali ma tra non molto potrebbero essere oscurati.

Abbiamo tempo fino al mese di Giugno 2022 per metterci in regola con le nuove disposizioni impartite per le emittenti locali e nazionali di RAI e Mediaset. In particolare basterà assicurarsi il possesso di un decoder adeguato. Le nuove versioni differiscono dalle precedenti in quanto consentono di ricevere il segnale in alta definizione che usa il codec HEVC. Come verificare la compatibilità del proprio sistema e dove trovare le apparecchiature giuste saranno argomenti oggetto di quello che seguirà nel post. Scopriamo insieme cosa serve.

 

DVB T2: cosa serve per riavere ancora i canali RAI e Mediaset in TV

Il sistema di trasmissione televisivo si basa su frequenze e codec. Come i video al PC anche quelli in TV adottano alcuni criteri di compatibilità. Il nostro televisore deve rispettarli per poter vedere tutto correttamente. I modelli prodotti e venduti dopo il 1 Gennaio 2017 sono sicuramente compatibili in quanto prevedono nativamente il decoder DVB T2. Ma potrebbe verificarsi il caso in cui si stia utilizzando un vecchio sistema di sintonizzazione esterno o un televisore che non è compatibile.

Per verificare la compatibilità si fa affidamento alla scheda tecnica del supporto o, ancora meglio, al test gratuito che è disponibile ai canali numero 100 e 200 del Digitale Terrestre. In caso di esito positivo non sarà necessario alcun acquisto. Al contrario, invece, potremmo dover cambiare TV o decoder. Le scelte sono quindi due. Nella prima ipotesi la spesa resta a carico nostro proporzionalmente alla qualità ed alle funzioni richieste. Ottima notizia, invece, per chi sceglie di aggiornare solo il componente esterno con un decoder Gratis che può arrivare a casa vostra grazie agli incentivi previsti dal MISE.

Senza cambiare cavo o antenna e senza richiedere alcun intervento tecnico possiamo dichiarare i redditi ISEE e presentare la documentazione al negozio che fornirà il decoder senza costi. Una volta a casa colleghiamo il tutto tramite una presa SCART o HDMI avendo la certezza di vedere i canali RAI e MEDIASET in HD.