WhatsApp e il ritorno a pagamento: la notizia corre nelle ultime ore

WhatsApp già allo stato attuale rappresenta la chat di messaggistica istantanea più popolare su scala mondiale. Da poco, la piattaforma ha superato la quota dei due miliardi di utenti e la sua crescita sembra essere incontrastata. Il rivale per eccellenza di WhatsApp resta Telegram. Ad oggi, il divario tra i due servizi è già consistente, ma potrebbe a breve ampliarsi con un futuro aggiornamento.

 

WhatsApp Pay, la novità in stile PayPal della cat

Su WhatsApp sta per entrare in azione la funzione per i pagamenti online. Il servizio si chiamerà WhatsApp Pay ed entrerà a breve in sperimentazione in Brasile. Il meccanismo del prossimo upgrade sembra ricalcare a grandi linee i dettami di PayPal. 

Gli utenti di WhatsApp potranno associare al proprio account uno strumento di pagamento (sia esso una carta di credito o un conto corrente). Una volta associato il metodo di pagamento, sarà poi possibile inviare soldi agli amici direttamente via chat. Allo stesso tempo, gli iscritti potranno anche effettuare acquisti sui canali dei profili Business.

Il modello di PayPal sarà ricalcato anche per quanto concerne le tariffe. Gli utenti che effettueranno movimenti tra amici non pagheranno alcun extra, mentre una piccola tariffa sulla transazione è prevista per chi invia soldi a profili Business.

Una particolare attenzione da parte degli sviluppatori ci sarà per quanto concerne le norme sulla sicurezza. L’utilizzo di WhatsApp Pay dovrà essere quindi messo al sicuro da eventuali attacchi hacker e dai cybercrimnali della rete. Per tale ragione il team della chat pensa ad un ulteriore ampliamento del sistema di crittografia end-to-end.