ebikeIl mondo delle ebike, le bici elettriche, ha letteralmente visto il proprio boom negli ultimi anni. Anche a causa della lotta all’inquinamento e al riscaldamento climatico questi mezzi sono diventati sempre più frequenti nelle nostre città.

Le ebike sono infatti oltre che ecosostenibili, non producendo gas di scarico, anche maneggevoli e pratiche; per di più le bici elettriche non richiedono ne assicurazione ne patente, salvo alcune eccezioni, basta aver compiuto il quattordicesimo anno di età. Se pensate invece che il problema delle ebike sia la potenza sviluppata, ecco a voi un esempio, tra l’atro fatto in casa, di cosa è in grado di fare una bici elettrica.

Ebike: la “Spin Cycle”

 

Benché se ne possano vedere ormai di tutti i tipi e di tutte le forme la bici elettrica creata da un utente greco di Reddit, nickname Jimminecraftguy, è di sicuro la più singolare di tutte. Questo particolare modello infatti, chiamato Spin Cycle dall’inventore, monta come strumento di propulsione il motore di una lavatrice.

Benché possa sembrare una progetto abbastanza rudimentale, il risultato è davvero inaspettato. L’ebike fatta in casa riesce addirittura a raggiungere la velocità di 150 Km/h grazie alla spinta vorticante del motore da ben 1100 Watt. Di sicuro un opera mirabile, ma se avete intenzione di emulare il creatore di questa singolare invenzione è bene conoscere prima la legge. In Italia infatti la normativa di riferimento stabilisce come limite massimo per le bici elettriche una potenza di 250 Watt. Se comunque il rischio di una sanzione non vi spaventa ricordate anche che, una bici lanciata a 150 Km/h dovrà prima o poi, in qualche modo, fermarsi.