profezie

Le profezie sulle fine del mondo esistono oramai da migliaia e migliaia di anni facendo preoccupare tantissime persone che ci credono. Negli anni, tantissime popolazione di culture differenti hanno cercato di attribuire alle possibili catastrofi naturali delle vere e proprie apocalissi. Nel corso del tempo sono nate tantissime profezie, ma sicuramente quelle più famose che oramai tutti conoscono sono quelle dei Maya o di Ezechiele.

Si torna a parlare di profezie soprattutto negli ultimi anni anche perché attraverso i social network la divulgazione è molto più semplice e rapida, scatenando in alcuni casi anche un po’ di timore perché, come già anticipato, alcuni credono in queste previsioni. 

Profezie e fine del mondo: ecco qualcosa in più su quelle dei Maya e di Ezechiele

I Maya furono una popolazione nata in Mesoamerica, una civiltà famosa soprattutto per l’arte, per i sistemi matematici e astronomici, e per l’architettura. Negli anni si è sentito parlare spesso di questa popolazione soprattutto per le loro profezie, come ad esempio quelle del 12 Dicembre 2012 o quella più recente, dello scorso Giugno. Nessuna di queste si è mai avverata, ma non è possibile affermare con certezza che queste profezie non si possono avverare nel corso del tempo.

Anche la profezia realizzata da Ezechiele, il profeta, ha trovato riscontro oggi nella scoperta di un fotogiornalista israeliano, Noam Bedein, che ha fotografo dei pesci vivi nel Mar Morto. Si tratta, secondo le Sacre Scritture, di un evento che non avveniva da tantissimi anni.
Ad oggi, come già descritto, è impossibile sapere quello che potrebbe succedere nel corso del tempo.