multe condon

Il mancato saldo dei conti  con la sicurezza stradale può rivelarsi solitamente rischioso: lasciare delle multe in sospeso, infatti, non rappresenta mai una buona idea visti i problemi che ne derivano. Atttaverso ad un decreto emanato nel 2019, tuttavia, i guidatori di tutta la penisola possono prendere una boccata d’ossigeno e portare a casa la concreta possibilità di non risultare più come dei cittadini debitori: come mai?  Grazie allo stralcio delle multe e dei bolli auto non pagati tra la decade del 2000 e del 2010 e compresi nella cifra di 1000 euro.

Multe e bolli stralciati: la Pace Fiscale voluta dal Governo Conte

Previsto con l’obiettivo di guidare il Paese verso la tanto acclamata Pace Fiscale, il meccanismo sopracitato rientra nei piani del 2019 del Governo Conte e conta non solo lo stralcio al suo interno, ma bensì anche altri provvedimenti. Prima di scoprire quali questi siano, segnaliamo ai nostri lettori che con il meccanismo non è la multa ad esser cancellata, bensì la cartella esattoriale che nd deriva.  Il decreto prevede al suo interno:

  • L’introduzione della Rottamazione ter 2019 grazie alla quale il cittadino può onorare il suo debito senza l’accrescimento dovuto ad interesse e sanzioni; in questo caso la procedura avrà durata quinquennale.
  • Stralcio delle cartelle bollo auto fino alla cifra di 1000 euro. 

Per essere soggetti del condono, informiamo infine, i cittadini interessati non dovranno svolgere alcuna richiesta essendo lo stesso automatico e direttamente applicabile ove necessario.

Per avere maggiori informazioni in materia di condono, vi riportiamo alle ultime news riguardanti quello tombale