ContatoriUna delle cose più indigeste a tutte le persone è il pagamento delle tasse. Ovviamente però, sono obbligati a pagarle anche perché nel momento in cui queste non vengono pagate non si potrebbe accedere a servizi vari – come ad esempio l’energia elettrica – che servono per mettere in funzione un’abitazione. Ci sono varie situazioni in cui veniva mostrato come effettuare modifiche agli apparati di misurazione, tra questi apparati ci sono sicuramente i contatori.

Grazie ad un’operazione congiunta delle Forze dell’Ordine effettuata ultimamente nella capitale, molte persone sono state arrestate. Il motivo principale degli arresti è stata la scoperta di una copiosa presenza di contatori manomessi o “modificati“. Queste manovre venivano effettuate con l’unico scopo di abbassare o addirittura azzerare il costo delle bollette. Le aziende che hanno subito il maggior numero di truffe sono senza dubbio Enel e Acea.

 

 

Contatori modificati: la truffa sembra essere stata progettata in maniera davvero astuta

La tecnica del magnete è quella più utilizzata in assoluto per mettere in atto la manomissione. Questa prevede il posizionamento di un grosso magnete sopra il contatore o di fianco. Così facendo, l’aggeggio rallenta i suoi giri o, in alcuni casi, li blocca addirittura. In questo modo i consumi segnalati sono decisamente minori a quelli normali.

In seguito a perquisizioni locali, le Forze dell’Ordine inoltre, hanno trovato diversi oggetti utili a compiere il misfatto in dotazione alle aziende stesse. Gli elementi che sono stati rinvenuti infatti erano rilevatori, misuratori e punzonatori. Tutto ciò dimostra che anche i tecnici presenti sul campo erano coinvolti nel crimine.