huawei-auto-guida-autonoma

Le auto con tecnologie di guida autonoma sono sicuramente il futuro della mobilità. Sempre più compagnie si stanno impegnando verso questo genere di dispositivi. Tra questi c’è anche Huawei, perlomeno secondo uno degli ultimi brevetti presentati. “Un metodo e un dispositivo di guida autonomi“, questo è il nome del suddetto presentato il 10 luglio di quest’anno.

Quello che viene descritto nell’abstract del brevetto è abbastanza standard. Si parla di un veicolo di guida autonoma dotato di un sistema del genere. Più nello specifico però, il sistema si baserà su alcuni dati importati come il comportamento di guida dell’utente e i suoi dati ambientali. L’idea è di basare la guida autonoma affinché sia simile alla guida normale del guidatore.

 

Huawei e il mercato della auto

C’è anche un altro brevetto il cui nome è “circuiti di azionamento per veicoli elettrici e metodi di carica e scarica.” La descrizione di questo è più complicata, ma parla di come le batterie entrano in funzione nel momento in cui una di loro si scarica.

Huawei, nel frattempo, ha già fatto un passo concreto per entrare in questo mercato visto che ha fornito il chip 5G a un produttore di auto. La pre-vendita della suddetta è già iniziata e si tratta del SUV ARCFOX α-T il cui costo è di quasi 40.000 dollari. La compagnia stessa l’ha definita come un’auto elettrica intelligente 5G la cui durata delle batterie permette un viaggio di 653 Km ed è dotata, ovviamente, di una tecnologia di guida intelligente alpha-pilot. Come detto, il mercato di queste vetture è sempre più caldo.