google-assistant-interfaccia-aggiornamento-pixel-4-android-11

Una delle migliori invenzioni che Google abbia mai creato, è indubbiamente il Google Assistant, l’assistente vocale che spesso fa al posto nostro delle cose come ricercare delle App o trovare rapidamente delle informazioni, facendoci risparmiare tempo. L’assistente, detto anche Google Now, è presente di default all’interno dei dispositivi Android. Va naturalmente configurato in base alle nostre esigenze nel momento in cui utilizziamo per la prima volta uno smartphone.

Google now, Ecco tutto quello che c’è da sapere su questa applicazione

Tanto per cominciare, accertatevi sempre di avere la versione più aggiornata dell’assistente, in maniera da avere tutte le funzionalità necessari. In secondo luogo poi, è importante lanciare l’applicazione per poi selezionare le impostazioni. Abilitate la lingua italiana e poi andate nella sezione ricerca sul telefono per abilitare l’assistente su tutte le App.

Una delle cose che consigliamo, è impostare anche la barra di ricerca sullo schermo per non dover sempre accedere a Google Now per effettuare le ricerche, ma potendo quindi utilizzare il comando vocale Ok Google.

Attraverso i comandi vocali dell’app, sarà possibile aprire le applicazioni e i vari siti internet. Basterà chiedere a Google di avviare l’apertura dei siti e delle applicazioni di cui avete bisogno in quel momento. La corretta pronuncia di tutte le parole è molto importante, poiché potrebbe capitare se no, che l’assistente si confonda.

Stesso discorso vale anche per effettuare le chiamate e per inviare gli sms. Può essere inoltre utilizzato per inviare email, per intitolare all’oggetto e per poi infine comporre il messaggio, senza mai utilizzare le mani. Tra le cose che in grado di fare, c’è pure la possibilità di pubblicare dei post sui vari social network tramite comando “Ok Google, pubblica su…”.

È possibile inoltre, chiedere indicazioni, sapere quali siano le condizioni meteo dei luoghi che ci interessano e ovviamente, inviare messaggi su WhatsApp e Telegram.