incentivi auto e bicicletteCon l’insorgere della pandemia Covid-19 è nata la consapevolezza sull’impatto negativo che gli esseri umani provocano sul pianeta con l’uso degli autoveicoli inquinanti. Al contempo il mercato delle auto ha subito un collasso con un rapporto semestrale che chiude al -25% sul numero di vendite rispetto all’anno precedente.

Per diminuire l’inquinamento e far decollare il segmento automotive si sono previsti degli incentivi. Questi vanno dalla possibilità di avere biciclette elettriche e monopattini Gratis ad un sostanzioso sconto per l’acquisto di quattro ruote ecologiche. Ciò vale per nuovi veicoli eco sostenibili che riducono l’impatto della CO2 nell’atmosfera.

Sta di fatto che nel Bonus Mobilità 2020 rientrano i rimborsi non soltanto per chi sceglie un’auto elettrica o una due ruote a batteria ma anche per le EURO 6 di tipo Diesel, Benzina, Metano e GPL. Tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno le troviamo a seguire.

 

Incentivi Rottamazione Auto 2020

Chi dismette autoveicolo o motoveicoli può ricevere da 500 a 1500 euro. Nella fattispecie le auto fino ad Euro 3 ottengono il massimo bonus con il minimo concesso a ciclomotori e moto a due e quattro tempi. Tali bonus si possono usare come sconto per l’acquisto di bici elettriche o altri mezzi eco sostenibili nelle Regioni che hanno aderito al nuovo piano.

Al contempo il Governo ha votato la fiducia per gli incentivi Euro 6 che, come già visto qui, sbloccano nuovi fondi per 3500 euro di sconto validi per coloro che passano a nuove auto.

Nel frattempo molti si chiedono che fine abbia fatto l’app del Ministero dei Trasporti che legittima, entro i termini previsti, la possibilità di avere eBike e monopattini elettrici con uno sconto massimo del 60% con una soglia di 500 euro per singolo cittadino. Il termine ultimo per la pubblicazione della piattaforma sta per scadere dopo la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale. Le tempistiche sono di 60 giorni. Ci siamo quasi.

In questo ultimo caso il cliente, munito di identità digitale SPID, conserva la ricevuta di acquisto (fattura cartacea/elettronica o scontrino parlante) ed effettua l’upload del documento. Riceve poi conferma per l’accesso al maxi fondo da 220 milioni di euro (condiviso con i precedenti bonus rottamazione). In una seconda fase, fondi permettendo, sarà possibile decurtare il 60% direttamente in negozio pagando il 40% del totale con la differenza che il cliente sarà vincolato all’acquisto presso specifici esercenti. Per ora si può procedere in negozio fisico oppure online (sia per store italiani che stranieri purché emettano regolare fattura).