Lenovo

La Lenovo Data Center Group sembra aver annunciato un accordo importante per la forniture di un nuovo Computer ad alte prestazioni (High Performace Computer) alla Max Planck Society situata in Germania. Il nuovissimo supercomputer vedrà la sua installazione a Garching, nei pressi di Monaco di Baviera. Questo sarà utilizzato dalla Max Planck Computin and Data Facility. Il progetto stabilisce che Lenovo porti risorse di HPC a uno degli istituti più gettonati in tutto il mondo. Oltre a fornire l’infrastruttura per quanto riguarda il settore hardware, software e di raffreddamento – per un totale complessivo che vale ben 20 milioni di euro – l’azienda si occuperà anche del supporto operativo e dei servizi.

 

 

Lenovo: il nuovo supercomputer sarà esempio di potenza ed efficienza

In seguito ai lavori di preparazione avvenuti a marzo, Lenovo ha cominciato con l’installazione dell’infrastruttura di raffreddamento, la quale sarà operativa già da questa estate. Secondo quanto riferito, nel 2021 il sistema vedrà l’equipaggiamento delle più recenti CPU Intel e delle GPU Nvidia A100, in modo tale che la potenza e l’efficienza raggiungano livelli estremi.

Il nuovo cluster HPC prevede il suo raffreddamento in due stadi: nel primo, un liquido che circola in tubi di rame raffredda tutti i componenti fondamentali delle schede. Nel secondo, Lenovo Rear Door Heat Exchanger (ossia aperture posteriori raffreddate ad acqua), viene chiamato in causa per il raffreddamento dei rack. Così facendo dissiperà il 100 percento del calore di scarico. I consumi energetici vedono un netto miglioramento grazie a questo procedimento e, inoltre, le temperature saranno decisamente ottimali.