IPTV: Forze dell'Ordine e legge, ora gli utenti rischiano il carcere

La pirateria e tutto ciò che di illegale gira attorno al mondo pay TV, potrebbero avere le ore contate. Gli utenti che usano l’IPTV infatti sono a rischio, visto che la legge ha intensificato tutti i controlli mediante più forme.

Le Forze dell’Ordine hanno avviato una vera e propria task force che a quanto pare sta avendo gran successo. Oltre 250 persone sono state beccate in questi due mesi, con ampi margini per il futuro.

Per evitare qualsiasi tracciamento e per non incorrere in problemi seri, il consiglio di alcuni utenti è quello di utilizzare una VPN. Surfshark ad esempio permette soluzioni molto interessanti e soprattutto con un costo molto economico.

Per avere le migliori offerte anche da parte di Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: tutti adesso temono di finire nei guai, ecco le sanzioni previste dalla legge

L’IPTV potrebbe presto scomparire. La legge ha previsto aspre multe per tutti coloro che vengono beccati e la reclusione per quelli che vendono il servizio. Inoltre se avete usufruito del servizio attraverso il vostro smartphone, questo vi potrebbe essere sequestrato.

“L’illecita attività – dichiara la Guardia di finanza in un comunicato ufficiale – fa riferimento alla moderna metodologia di distribuzione di vari contenuti multimediali, la cosiddetta Iptv (Internet Protocol Television), attraverso cui i “pirati del web” acquisiscono e ricodificano tutti i palinsesti televisivi delle maggiori piattaforme a pagamento per poi distribuirli sulla rete internet, sotto forma di un flusso di dati ricevibile, dagli utenti fruitori, con la sottoscrizione di un abbonamento illecito ed un semplice PC, tablet, smartphone o decoder connesso alla rete”.