samsungSamsung ha presentato un nuovo semiconduttore che potrebbe segnare il futuro degli hardware; il materiale si chiama Nitruro di Boro Amorfo. Grazie a questo nuovo composto sarà possibile migliorare la creazione di Dram e Nand, in modo particolare per le memorie dei server. A collaborare allo studio dei ricercatori di Samsung anche l’Ulsan National Institute of Science and Technology e l’Università di Cambridge che hanno recentemente pubblicato un articolo sulla rivista di divulgazione scientifica Nature.

I vantaggi di questo materiale sono legati principalmente alle proprietà elettriche; la costante dielettrica è infatti molto bassa, attestata a 1,78, che risulta perfetta per le microconnossesioni dei chip. Ma il Nitruro possiede anche un’ottima resistenza meccanica ed è pure un ottimo isolante. La particolarità di questo materiale

Samsung: il Nitruro di Boro Amorfo

 

Questo nuovo materiale è formato da atomi di boro e di azoto con disposti in una struttura molecolare amorfa, molto simile a quella che caratterizza il grafene bianco; questa nuova invenzione si colloca nel campo delle ricerche legate allo studio dei materiali in 2D formati da un unico strato di atomi.

Gli stessi ricercatori sono entusiasti della scoperta è dalle pagine della pubblicazione affermano che il nuovo materiale potrebbe accelerare l’avvento della prossima generazione di semiconduttori. Il percorso è però ancora piuttosto lungo come ha dichiarato anche Seongiun Park: “L’interesse per i materiali 2D e dei materiali che ne derivano è cresciuto esponenzialmente. Ci sono però ancora molte sfide da superare per poter utilizzare questi materiali nella costruzione dei semiconduttori, ma stiamo spingendo fortemente per un cambio sostanziale di paradigma nell’ambito delle produzioni concrete”.