videochiamateSebbene le videochiamate siano entrate nel nostro quotidiano relativamente da poco la tecnologia per effettuarle è vecchia di 50 anni. Malgrado ciò la videochiamata, prima dell’avvento dello smartphone, faceva parte prevalentemente del mondo della fantascienza, nell’immaginario collettivo una tecnologia del lontano futuro.

In realtà, la prima videochiamata della storia è stata effettuata il primo di luglio del 1970 quando venne messo in funzione il Picturephone Mod II; il progenitore delle moderne app come Meet e Teams. Per celebrare questa ricorrenza un team della Carnegie Mellon University si è dedicata alla modifica di un vecchio modello;I ricercatori hanno sostituito alcune componenti per permettergli di eseguire i software moderni.

Videochiamate: l’anniversario della nascita

I primi studi in merito risalgono addirittura a gli anni ’30 con la presentazione del primo prototipo di video-telefono nel 1939 in occasione della World’s Fair. Gli studi portarti avanti da AT&T portano in fine creazione di Picturephone Mod I. Il prodotto venne annunciato in pompa magna con presentazioni più città degli Stati Uniti; tuttavia la complessità dello strumento, le dimensioni eccessive, e una spesa di 133 dollari per appena tre minuti di chiamata lo resero di fatto solo un mirabile sfoggio di abilità tecnica.

Ci vollero altri 6 anni per poter mostrare un prodotto veramente commercializzabbile; nacque così il Picture Mod II; poco più grande di un normale telefono, con uno schermo in bianco e nero da 5,5 pollici a 30 fps e una videocamera da 0,8 megapixel. Il costo esoso e un’imposta mensile da 160 dollari (equivalenti a circa 1’100 dollari attuali) con 30 minuti di utilizzi inclusi non conquistò il pubblico.