Tasse rimborso modello 730

I lavoratori dipendenti, pensionati, collaboratori continuativi o a progetto e coordinati possono presentare il modello 730, il modello di dichiarazioni che rappresenta un vantaggio per i contribuenti perché possono ricevere un rimborso dell’imposta. Solitamente il rimborso avviene direttamente nella rata di pensione per i consumatori pensionati e nella busta paga per i lavoratori dipendenti.

Solitamente questo modello può essere presentato entro e non oltre il ventitré di Luglio, ma quest’anno visto l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus il termine è stato posticipato al trenta Settembre 2020. E’ molto importante, però, non presentare la domanda troppo tardi perché il rimborso potrebbe avvenire tardi.

Ecco quando conviene inviare il modello 730 per ricevere il rimborso nel minor tempo possibile

Con le nuove scadenze anche i termini di pagamento hanno subito delle modifiche, proprio per questo motivo è necessario capire come i tempi di erogazione cambiano rispetto all’invio telematico. Per coloro che vogliono inviare il modello da soli possono scaricare quello precompilato direttamente dal sito online ufficiale dell’Agenzia delle Entrate a partire dal cinque Maggio e inviarlo a partire dal quattordici Maggio.

Il rimborso avviene entro il mese successivo a quello di presentazione visto le nuove direttive in seguito all’arrivo del Coronavirus, perché solitamente i rimborsi avvengono nel mese di Luglio per i lavoratori dipendenti e nel mese di Agosto per i pensionati. I primi a ricevere il rimborso saranno coloro che avranno inviato la richiesta entro la fine del mese di Maggio e così vià. Proprio per questo motivo è molto importante prestare attenzione ai tempi ed effettuare la richiesta prima possibile.