WhatsApp: per Natale si ritorna a pagamento, utenti nel panico totale

Le notizie sul futuro di WhatsApp coinvolgono sempre un numero maggiore di utenti. Nelle ultime settimane, ad esempio, tante persone hanno accolto con piacere le indiscrezioni circa la futura disponibilità della piattaforma WhatsApp Pay, per i pagamenti attraverso la stessa chat di messaggistica.

 

WhatsApp ed annunci commerciali: tutto è posticipato al 2021

C’è quindi tanta attesa per le nuove funzionalità che WhatsApp Pay porterà in dote alla piattaforma di messaggistica. Se questa novità annunciata è stata praticamente confermata da parte degli stessi sviluppatori, un altro aggiornamento molto controverso è stato ufficialmente rinviato: WhatsApp, infatti, ha deciso di fermare l’iter per il lancio delle pubblicità.

Le indiscrezioni, andate avanti per lunga parte dello scorso anno e per questo inverno, garantivano la presenza degli annunci commerciali su WhatsApp a partire da febbraio. Come evidente oggi, il servizio ha optato per un rinvio le cui tempistiche potrebbero essere tutt’altro che brevi. Per la presenza delle pubblicità nella sezione delle Storie i tempi si parla ora addirittura del 2021.

Senza ombra di dubbio, le critiche del pubblico hanno avuto un ruolo a dir poco fondamentale nel rinvio. A più riprese infatti gli utenti (specie quelli della prima ora) avevano sottolineato la loro contrarietà.

La vera ragione per questa proroga dei tempi potrebbe però essere un’altra. Come per Facebook o per Instagram, le pubblicità su WhatsApp sarebbero state fondamentali per un sostentamento economico della piattaforma. Ebbene, prima di scegliere di optare per questa via non popolare, gli sviluppatori da qui ai prossimi mesi cercheranno di sperimentare soluzioni alternative.