spesa-online

A causa dell’emergenza Covid-19, centinaia di migliaia di consumatori Italiani hanno cambiato in maniera radicale le proprie abitudini. Con l’inizio delle fase 2, però, tutto è finalmente tornato alla normalità e, come c’era da aspettarsi, sono tornati nuovamente anche assembramenti e luoghi affollati. Proprio per questo motivo, quindi, migliaia di Italiani continuano ad evitare i contatti con l’esterno, affidandosi quindi alla spesa online di Esselunga, Carrefour ed Amazon. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguado.

Esselunga, Carrefour e Amazon: ecco i problemi riscontrati negli ultimi giorni

A causa dell’elevato numero di richieste arrivate negli ultimi mesi, il traffico sui siti web di Esselunga, Carrefour ed Amazon si è completamente bloccato. Nello specifico gli utenti sembrerebbero aver segnalato le seguenti problematiche:

  • Carrefour: stando a quanto segnalato nelle ultime settimane, l’intera piattaforma dedicata alla spesa online risulta essere estremamente lenta. Molto spesso, infatti, ciò che viene inserito nel carrello risulta poi essere terminato in fase d’acquisto.
  • Amazon: come ben sappiamo Amazon offre un servizio di spesa online attraverso la sezione dedicata “Pantry”. Secondo quanto segnalato dagli utenti, però, Amazon risulta essere del tutto fuori mercato. Il costo dei prodotti, infatti, è decisamente superiore ai prezzi disponibili nei classici supermercati. Inoltre la spedizione risulta essere gratuita esclusivamente per i clienti prime.
  • Esselunga: nonostante sia stata fortemente apprezzata l’iniziativa che permetteva agli over 65 di ricevere la spesa a casa senza costi aggiuntivi, purtroppo il sito web di Esselunga ha riportato seri problemi di caricamento. Migliaia di utenti, infatti, hanno riscontrato forti rallentamenti nel caricamento dell’inventario e nella selezione dei singoli prodotti.