IPTV: terribili le conseguenze per chi guarda la Serie A pirata

Con l’IPTV gli utenti sanno di poter tornare a vedere la Serie A, proprio come stanno facendo ultimamente. Il campionato italiano è infatti disponibile tutti i giorni, visto il programma di recupero post pandemia. Secondo quanto riportato però le forze dell’ordine avrebbero aumentato in maniera esponenziale i controlli, finendo per mettere in difficoltà l’intera organizzazione illegale.

Molti sono finiti in manette, mentre altri sono rimasti senza servizio e soprattutto con una multa altissima da pagare.

Per evitare qualsiasi tracciamento e per non incorrere in problemi seri, il consiglio di alcuni utenti è quello di utilizzare una VPN. Surfshark ad esempio permette soluzioni molto interessanti e soprattutto con un costo molto economico.

Per avere le migliori offerte anche da parte di Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: gli utenti rischiano tantissimo, ora dovrete consegnare anche lo smartphone

La pirateria attualmente è sotto tiro da parte della legge. Molti utenti sono stati beccati in Italia proprio negli ultimi mesi, con multe salatissime in alcuni casi anche con la reclusione prevista dall’ordinamento. Una volta beccati, tutti saranno inoltre obbligati a consegnare il materiale con cui hanno visto canali in maniera non consona ai canoni della legge.

“L’operazione annunciata dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza in tema di contrasto alla diffusione di IPTV pirata si inquadra in un contesto strategico più ampio legato al fenomeno della pirateria che in Italia resta un problema centrale per l’industria audiovisiva e per il settore della cultura più in generale” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale della Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV).