Assicurazione

Nel periodo di lockdown, molte persone sono state costrette a rimanere a casa per rispettare le misure di sicurezza. Questa situazione ha fatto sì che gli italiani non potessero prendere quasi mai le loro automobili e non usufruire quindi della loro assicurazione.

Si va ad aggiungere a questa situazione anche l’entrata in campo dello smartworking, il quale ha in gran parte abbattuto l’utilizzo delle automobili e di altri mezzi privati. Molte persone quindi, non hanno potuto fare altro che rimanere il proprio veicolo parcheggiato nei loro parcheggi privati o condominiali.

Quello che di più conveniente è possibile fare in questa situazione è sicuramente risparmiare sulla propria assicurazione. Per risparmiare è possibile sospenderla momentaneamente, andando poi ad allungare la sua relativa scadenza per il tempo dell’interruzione e risparmiando una somma di denaro considerevole fino al suo prossimo rinnovo.

 

Assicurazione: chi è in potere di sospenderla e in che modo ciò avviene

È importante specificare che la sospensione dell’assicurazione può avvenire solo se è prevista nel proprio contratto assicurativo. Se questa sorta di clausola non è presente, è possibile accordarsi privatamente con il proprio assicuratore e appurare se questa condizione può essere messa in atto.

I limiti di tempo vanno dalla mezzanotte del giorno in cui la richiesta di sospensione è avvenuta fino al giorno in cui è possibile riattivarla. Se per esempio l’utente decide di sospendere la polizza assicurativa, la quale scade il 30 settembre e decide di sospenderla dal 15 giugno al 15 agosto, i giorni di sospensione saranno poi addizionati alla data di scadenza.

Inoltre, è bene ricordare che quando viene sospesa l’assicurazione non sarà possibile circolare in nessun modo con la propria automobile. Questa condizione vale anche per la circolazione nelle aree di sosta o nei parcheggi pubblici. Urgerà trovare una locazione privata per poterla mantenere stabilmente lì.