Xbox, Series X, Series S, Lockhart, Microsoft

Il settore gaming è in fibrillazione in attesa dell’avvento delle console next-gen. Le due protagoniste assolute saranno PlayStation 5 e Xbox Series X. In particolare, la console Sony arriverà in due versioni, una completamente digitale e una dotata di lettore Blu-Ray.

Anche i primi rumor riguardanti Microsoft sembravano concordi nell’indicare l’arrivo di due console. Si è più volte indicato Xbox Series S come soluzione low-cost di Microsoft per permettere a tutti gli utenti di provare le potenzialità della next-gen. Questa versione avrebbe dovuto affiancare Xbox Series X che invece avrebbe rappresentato la soluzione più potente in circolazione.

Xbox Series S, conosciuta con il nome in codice Lockhart, è poi sparita dai radar senza nessuna spiegazione. Tuttavia, in queste settimane è riapparsa più volte riaccendendo la curiosità degli utenti e degli addetti al settore. In particolare, il profilo Twitter XB1_HexDecimal ha postato un chiaro riferimento alla console. Nel Tweet si mostra chiaramente il nome Lockhart.

Xbox Series X rivoluzionerà le console next-gen

Il riferimento è relativo alla modalità Lockhart, presente nel developer kit di Xbox Series X. Selezionando questo profilo, gli sviluppatori possono modificare il comportamento dell’hardware del developer kit. In particolare, la velocità delle CPU è depotenziata e la memoria RAM è limitata a 7.5GB.

Considerando che Xbox Series X includerà 13.5GB di RAM e una potenza totale di 12 Teraflops, sembra che le caratteristiche tecniche vengano quasi dimezzate con il profilo Lockhart. Questo lascia intendere che Microsoft non abbia del tutto cancellato dai piani Xbox Series S, ma che stia ancora valutando la possibilità di lanciare la console.

La scelta in questo senso sarebbe legata ai servizi offerti da Microsoft come il Digital Delivery e Project xCloud che rivoluzioneranno il modo di giocare e intendere la next-gen.