Olympus lascia il mondo della fotografia. Come un fulmine a ciel sereno questa Fotografianotizia piomba su tutti gli appassionati del mondo fotografico. La società, nata nel 1919, rappresentava un pezzo di storia della fotografia; soprattutto per le sue tante innovazioni come il mezzo formato e la serie Pen.

La compagnia aveva già da tempo concentrato la propria produzione sul materiale medico come si poteva evincere da alcuni documenti strategici in cui di manifestava la volontà di traformare Olympus in “…Una società medica veramente globale.” vista anche la produzione di endoscopi e altre apparecchiature mediche. Il tutto a quindi portato alla vendita della sezione Immagini alla società giapponese JIP (Japan Industrial Panel); la compagnia nipponica si era già resa nota per l’acquisto della sezione VAIO di Sony.

Fotografia: il comunicato di Olympus

 

La compagnia ha spiegato le cause di questa decisione nella nota d’intesa diramata dopo la vendita in cui scrive che la società: “…Ha implementato misure per far fronte al mercato delle fotocamere digitali estremamente severo, a causa, tra l’altro, della rapida contrazione del mercato causata dall’evoluzione degli smartphone.” 

Continuando poi nel dire: “…Olympus ha migliorato la struttura dei costi ristrutturando le basi di produzione e concentrandosi su obiettivi intercambiabili ad alto valore aggiunto, con lo scopo di rettificare la struttura dei guadagni per generare profitti anche con il calo delle vendite. nonostante tutti questi sforzi, il settore Imaging di Olympus ha registrato perdite operative per 3 anni fiscali consecutivi fino al termine del periodo terminato a marzo 2020.” Insomma la dura legge del mercato e della concorrenza ha mietuto un’altra vittima costringendo una delle società che ha segnato la storia della fotografia ad abbandonare per sempre questo mondo.