smarrimento furto smartphone

Al giorno d’oggi utilizziamo lo smartphone per fare qualsiasi cosa e all’interno di esso memorizziamo molte cose anche personali, come foto, messaggi, video e strumenti di pagamento. Per questo motivo lo smarrimento o nel peggiore dei casi di furto dello smartphone diventa una situazione piuttosto grave. Ma cosa è possibile fare in questi casi per correre ai ripari?

 

Ecco cosa fare in caso di smarrimento o furto del proprio smartphone

In nostro soccorso è sempre presente la tecnologia, anche in caso di furto o smarrimento dello smartphone. In questo caso, sarebbe opportuno controllare l’IMEI, ovvero il numero composto da 15 cifre che identifica il proprio terminale. In questo modo, dovremo essere in grado di rintracciare il nostro smartphone perduto o rubato e potremo effettuare la denuncia presso le Forze dell’Ordine.

Oltre a questo, esistono comunque su quasi tutti i sistemi diverse funzioni che permettono in egual modo di rintracciare il proprio dispositivo. Sugli smartphone di casa Apple, ad esempio, esiste la funzione Trova il mio iPhone. Tramite questa funzione, sarà possibile rintracciare e addirittura bloccare il proprio dispositivo. Per quanto riguarda il sistema operativo Android, ci sono delle soluzioni analoghe a quelle di Apple. Abbiamo infatti la funzione denominata Google Device Manager che, in maniera analoga a Trova il mio iPhone, permette di rintracciare ed eventualmente bloccare il proprio smartphone, soprattutto se quest’ultimo è stato rubato. Fra i sistemi operativi che offrono soluzioni simili ricordiamo infine Windows. Su quest’ultimo è infatti presente la funzione Trova il mio telefono e, anche in questo caso, si potrà localizzare il proprio terminale e molto altro.