Bonus-auto

Quello delle auto è probabilmente il settore che ha sentito di più il peso di questa pandemia. La Camera sta definendo gli ultimi dettagli per un bonus che possa aiutare il mercato delle auto ad uscire dalla profonda crisi in cui si è ritrovato. Il mese di marzo e aprile sono stati catastrofici, le nuove  immatricolazioni hanno sfiorato lo zero percentuale. Anche maggio, nonostante le parziali riaperture, ha visto un calo del 49% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Giugno probabilmente, analizzando le proiezioni, chiuderà con un meno 15-20%.

Per via dei dati appena descritti, la maggioranza sta studiando una soluzione da inserire nel DL Rilancio che tenga conto del settore automobilistico. Un bonus auto a fondo perduto da inserire al più presto con un emendamento. Quello del settore auto è un tema sensibile che va affrontato urgentemente, tenendo conto anche delle opinioni dell’opposizione.

Bonus da 4000 euro anche per le nuove immatricolazioni Euro 6

Luigi Marattin (IV) ha confermato che, in Commissione Bilancio alla Camera, sta per arrivare il provvedimento in favore del settore auto. Il provvedimento riguarda anche le Euro 6 e non solo le auto ibride ed elettriche. Il bonus da 4000 euro, 2000 da parte dello Stato e 2000 da parte dei concessionari, andranno a favorire lo smaltimento degli stock auto euro 6 rimaste finora invendute.

Gli ultimi particolari, prima dell’emanazione del provvedimento, riguarderebbero la rottamazione legata ai vecchi modelli. In merito è intervenuto anche l’UNRAE, associazione delle case automobilistiche estere, che ha ribadito e richiesto interventi mirati e concreti all’interno del DL Rilancio. L’UNRAE ha sottolineato che chi ha davvero a cuore l’ambiente, dovrebbe favorire in ogni modo la sostituzione di veicoli datati e vetusti in favore di auto di ultima generazione. Essendo imminente la svolta per il bonus auto, vi terremo aggiornato su tutti i risvolti e le news in merito con aggiornamenti quotidiani.