WindowsLa storia di Windows, il sistema operativo più diffuso del mondo, inizia nel 1981; nello stesso anno però Microsoft, azienda creatrice del sistema operativo fondata dall’ormai celeberrimo Bill Gates, lancia MS-DOS. Il sistema DOS non consentiva l’uso del mouse è funzionava esclusivamente per linee di comando.

L’anno in cui vede la luce la prima versione del ufficiale di Windows è il 1985; la versione 1.0 del sistema presenta per la prima volta un’interfaccia utente a 16bit che fungeva da raccordo tra DOS e l’utente del computer. Nel 1987 arriva 2.0 che pur non discutendo grandi successi in termi di vendite ha il merito di scatenare le ire di Apple a causa dell’utilizzo del sistema e alla violazione di accordi di licenza stretti precedentemente.

Windows 3.0: i primi successi commerciali

 

Una volta vinta la causa intentata da Macchintosc la società di Bill Gates si ritrovava libera di sfruttare a pieno le potenzialità della propria creatura. Con queste premesse nel 1990 viene lanciato Windows 3.0, il primo vero successo commerciale della compagnia. Ma il sistema che ha consacrato Microsoft nell’Olimpo delle icone di livello mondiale è di sicuro Windows95; il lancio è avvenuto il 24 marzo del 1995 e la sua architettura mista a 16/32bit lo rendeva compatibile con tutte le applicazioni allora esistenti.

A portare se possibile ancora più fama a Microsoft sono le versioni successive partendo da Windows98, e i successivi Windows2000 e XP; proprio XP è un altro piccolo gioiello di programmazione, una stabilità sconosciuta insieme ad una veste grafica accattivante. Nel 2006 fu la volta di Vista che stravolse completamente l’estetica del software oltre a risultare incompatibile con tanti programmi già esistenti. A seguire le versioni 7 e 8 malgrado la ripresa rispetto al pretendete Vista non sono riusciti a raggiungere le vette dei  sistemi oprati precedenti; l’ultima versione, Windows 10, è in grado di adattarsi alla interfaccia utente del dispositivo rendendolo compatibile anche con i moderni tablet.