WhatsApp: 3 funzioni segrete che gli utenti dovrebbero conoscere subito

Un numero di utenti ancora più ampio del solito nelle ultime settimane, a causa dell’emergenza Covid, si è affidato a WhatsApp. Non c’è dubbio che la chat di messaggistica sia stata una delle protagoniste del lockdown che ha tenuto fisicamente distanti congiunti, parenti ed amici.

 

WhatsApp, l’allerta su questi messaggi pericolosi deve essere elevata

Di WhatsApp quindi non si può che parlare positivamente, grazie al sostegno dato a famiglie e singoli cittadini. Tuttavia, però, le note negative relative alla chat non sono mancate. Ancora oggi, continuano a circolare sugli smartphone di migliaia di individui dei  messaggi pericolosi messi in circolazione ha hacker e malintenzionati.

Tutti i messaggi pericolosi rappresentano comunicazioni sensazionalistiche, magari sul Covid o anche su fantomatici o inesistenti problemi della stessa piattaforma. La maggior parte di questi messaggi è corredata da un link. 

L’obiettivo degli cybercriminali è quello di spingere gli utenti proprio al click sul link. Questo, infatti, rappresenta una sorta di chiave d’accesso attraverso cui si realizza il tentativo di phishing. L’obiettivo dei malintenzionati, manco a dirlo, è quello di appropriarsi delle informazioni riservate e dei dati d’accesso di numerosi utenti.

Oltre alle fake news sul Covid, di cui abbiamo parlato anche in precedenza, bisogna fare attenzione anche agli SMS. Spesso, infatti, i messaggi sensazionalistici relativi a WhatsApp si diffondono attraverso SMS. Anche in tal caso è presente un link da non cliccare per nessuna ragione al mondo.

Sia nell’uno che nell’altro caso, il consiglio che ci sentiamo di dare è uno: eliminare senza alcuna remora ogni contenuto sospetto.