truffe luce e gas

Il Governo italiano ha deciso di aiutare le famiglie dopo questo lungo e difficile periodo di Coronavirus dove la maggior parte dei consumatori è rimasto a casa per seguire le direttive e limitare la diffusione. Rimanendo a casa in tanti hanno utilizzato maggiormente la luce e gas ritrovandosi a fine mese con bollette dell’energia elettrica e del gas piuttosto alte da saldare.

Il Governo ha deciso così di introdurre un bonus per le famiglie così da ritrovarsi qualcosa in meno in bolletta. I consumatori interessati a procedere con la richiesta possono trovare tutte le informazioni sul sito web online ARERA e scaricare il modulo apposito per presentarlo direttamente al CAF del proprio comune.

Bonus luce e gas: ecco come procedere con la richiesta e risparmiare sulle bollette

Purtroppo non tutti possono procedere con la seguente richiesta perché è necessario rispettare dei requisiti. In particolare è necessario essere in una famiglia e possedere un ISEE inferiore agli 8.265,00 Euro. Inoltre, è necessario:

  • Avere 3 o più figli a carico e avere un ISEE familiare inferiore ai 20.000,00 Euro;
  • Avere bisogno di cure mediche particolari;
  • Riscuotere il reddito di cittadinanza;
  • Essere titolare di una pensione di cittadinanza.

Coloro che rientrano nei requisiti possono riscuotere un voucher di almeno 100,00 Euro fino ad un massimo di 700,00 Euro da scontare solo sulle bollette future di luce e gas e non su quelle precedenti.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web ufficiale ARERA nella pagina apposita. Una volta inviata la richiesta al CAF oppure al comune di residenza è necessario aspettare dall’ente una risposta di approvazione dopo aver valutato la situazione familiare e tutti gli altri fattori.