InternetIn molte zone d’Italia la rete internet 5G si conosce solo a causa delle tante bufale circolate negli ultimi mesi, eppure in Cina si pensa già a quale sarà il passo successivo. Anzi, stando alle dichiarazione di Su Xin, a capo di un gruppo di lavoro sulle tecnologie 5G su mandato del Ministero dell’Industria e dell’Informazione Tecnologica cinese, lo è già dal 2018.

Sia chiaro il percorso è ancora lungo e le stime pretendono la nascita della rete 6G intorno al 2030; di sicuro però la strategia di anticipazione portata avanti dalla nazione asiatica, così come da molte altre, può risultare vincente.

Internet: le differenze tra il 5G e il 6G

 

Se già oggi si reputa le velocità raggiungibili con le reti 5G pazzesche, con picchi di 20 Gbps, la velocità della rete 6G lascerà davvero ammutoliti dall’alto di 1 Tbps (Terabyte per secondo). Inoltre, secondo gli ingeneri che stanno lavorando al progetto, la copertura potrà essere molto più capillare, raggiungendo zone che il 5G ancora non riesce a collegare. Addirittura la nuova tecnologia dovrebbe riuscire ad arrivare anche al di sotto della superficie marina.

Ma la vista della scoperta scientifica si è già buttata oltre iniziando ad elaborare le prime teorie su internet in 7G. Il futuro prevede infatti che le attuali tecnologie si fondano con il mondo della rete satellitare, come Neil McRea ha dichiarato. A detta del Chief Architect della British Telecom la grande sfida sarà proprio trovare il punto di incontro con queste tecnologie visto che attualmente Stati Uniti Cina e Russia usano tre diversi sistemi satellitari.