Elon MuskDopo il lancio Tesla e il progetto Space X Elon Musk prova a rivoluzionare anche il settore del trasporto su rotaia. L’idea di Hyperloop, questo il nome del “super-treno”, è stata partorita tra il 2012 e il 2013 e portata avanti dall’azienda Boring Compnay.

Il primo prototipo in scala 1:1 viene realizzato nel 2016 e l’11 maggio si svolge il primo test. Il risultato è un’accelerazione di 186km/h in appena due secondi. Altri test, come quello del 2 agosto del 2017 hanno dimostrato come la velocità massima raggiungibile sia ben maggiore di quella di una macchina da corsa; in quel frangente Hyperloop raggiunse i 300km/h in un percorso di appena 500 metri.

Come funziona il treno di Elon Musk

 

Definire Hyperloop un semplice treno è abbastanza riduttivo; l’obiettivo è infatti quello di spengerlo fino alla velocità degli aerei. Il treno sfrutta la tecnologia dei motori lineari a induzione ma le capsule che lo formano sono inserite all’interno di un lungo percorso a bassa pressione. L’assenza quasi totale di aria permette a Hyperloop di raggiungere velocità incredibili, grazie soprattutto all’assenza d’attrito.

L’idea di Elon Musk ha raccolto molti consensi, già da subito dopo la prima sperimentazione la Russia aveva annunciato la creazione di una linea Hyperloop nella tratta Mosca-San Pietroburgo. La Cina stessa ha avviato nel 2018 la costruzione di un tratto ferroviario che possa collegare i 10 km di distanza che separano Pechino dal suo aeroporto. Il progetto più avanzato però è quello portato avanti negli Emirati Arabi; il super treno dovrebbe essere pronto entro l’inizio all’Expo di Dubai avere una capacità di 3400 perone e una velocità massima di 1200 Km/h.