blank

Nella serata dello scorso venerdì 19 giugno 2020 sull’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp sono sparite alcune funzioni per qualche ora, poi tutto è tornato normale, come prima.

Più precisamente non è stato più possibile vedere se un contatto è online, se si sta scrivendo e quando si era effettuato l’ultimo accesso. Scopriamo insieme cosa è successo.

 

WhatsApp: si è trattato di un malfunzionamento o di un test di una novità?

Nella serata di venerdì su Twitter moltissimi hanno commentato, tra ironia e vere e proprie crisi di nervi, la pioggia di commenti riflette quanto la popolare applicazione di messaggistica istantanea sia diventata centrale nelle comunicazioni interpersonali. Oltre al panico di molti utenti, abituati a contare sulla possibilità di vedere online l’interlocutore, sul filo del web corre anche l’ironia. “Adesso come stalkero il mio ex fidanzato? Ridatemi immediatamente l’unica funzione che mi tiene in vita!“, si è sfogato un utente.

Per ora, non si conoscono i motivi del malfunzionamento, che pure non impedisce di utilizzare WhatsApp per inviarsi i messaggi. Pare però che l’origine dei problemi riguardi la configurazione iniziale dell’app. Alcuni hanno ovviamente pensato ad un down, ma altri hanno collegato il malfunzionamento ad un probabile test di novità che potrebbero essere introdotte. Per scoprirlo non ci resta che attendere ancora un po’ di tempo e sperare in una comunicazione ufficiale da parte del colosso.

Vi ricordo che qualche giorno fa, con un post pubblicato su Facebook, Mark Zuckerberg ha annunciato il lancio dei pagamenti digitali via WhatsApp in Brasile, primo paese al mondo a sperimentarli. La società ha spiegato: “Stiamo rendendo l’invio e la ricezione di denaro facile come condividere le foto, stiamo anche consentendo alle piccole imprese di effettuare vendite direttamente all’interno di WhatsApp. Le persone saranno in grado di inviare denaro in modo sicuro o effettuare un acquisto da un’azienda locale senza uscire dalla chat”.