Il social network Facebook sembrerebbe impazzito nelle ultime ore, ha infatti iniziato a fare causa contro alcuni utenti. Dopo molti anni di accuse di vario genere tra scandali e altro la piattaforma ha deciso di contrattaccare.

Lo ha fatto facendo causa ai suoi utenti stessi che, per una ragione o per un’altra ne hanno violato le regole. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questa novità.

 

Facebook ha iniziato a fare causa ai propri utenti

Il colosso di Menlo Park intende procedere contro chi ha abusato delle sue piattaforme per offrire strumenti automatizzati per ottenere, in modo illegale, i dati personali degli utenti e raccogliere like. Più precisamente, tra i soggetti coinvolti, c’è un società spagnola che si occupa di fidanzamenti on line che ha fornito software di automazione per ricevere ‘Mi piace’ e commenti falsi su Instagram.

La società ha dichiarato all’interno di un post: “Questa è una delle prime volte che una società di social media utilizza un contenzioso coordinato e multi-giurisdizionale per far rispettare i suoi Termini e proteggere i propri utenti. Le azioni legali odierne dimostrano il nostro impegno nel far rispettare le nostre politiche e nel ritenere le persone responsabili dell’abuso dei nostri servizi“.

Probabilmente la scelta è arrivata anche in seguito all’iniziativa presa dalla piattaforma solamente qualche giorno fa, di oscurare tutti i post del team Trump, che incitavano all’odio e al razzismo. In questo modo la piattaforma “metterà al loro posto” tutti gli utenti che hanno intenzione di pubblicare contenuti che violano le sue regole.