piazza.italia-wifi

L’unica soluzione accettabile per una connessione Internet stabile fuori casa passa per l’uso delle infrastrutture mobile di TIM, WindTre, Vodafone Iliad e degli MVNO. Spesso si è soliti connettersi anche agli hotspot WiFi dei vari esercizi pubblici commerciali. Non è raro sfruttare la banda gratuita messa a disposizione da hotel, bar, ristoranti, stazioni ferroviarie ed aeroporti.

Ad ogni modo la congestione di rete (connessione lenta) ed una potenziale mancanza tecnica dell’amministratore in chiave sicurezza ci spingono a rivalutare tali opzioni di connettività. Nella maggioranza dei casi usiamo il 4G degli operatori, oltretutto dopo aver giustamente pagato per avere un piano con minuti, SMS e Giga in alta velocità su base mensile.

Tutto ciò perde di significato con la nascita del WiFi Gratis le cui redini sono state affidate al nuovo progetto nazionale promosso dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Scopo della nuova piattaforma è quello di fornire un’opzione alternativa di connettività fuori casa per tutti gli italiani ed i turisti in vista nel nostro Paese. L’Italia guadagna quindi parecchie posizioni nel contesto della “crescita digitale” che al momento la vede indietro rispetto alla media europea.

In questo articolo scopriremo quanto sia facile conveniente utilizzare il nuovo network. Anticipiamo che serve soltanto una semplice app mobile (disponibile per Android ed iOS) ed un account personale da usare via smartphone o tablet con chip WiFi abilitato. Molto bene, addentriamoci alla scoperta del progetto visibile all’interno del sito ufficiale.

 

Piazza WiFi Italia

Nel momento in cui scriviamo il numero di partecipazioni al progetto cresce contando su 3.079 Comuni regolarmente iscritti ai pubblici registri. Infratel S.P.A. è stata incaricata nello sviluppo e procede alla cablatura degli impianti ed all’installazione dei punti di accesso (3.636 in totale). Allo stadio attuale quasi 350.000 utenti si ritengono soddisfatti del servizio ricevuto.

Tra le new entry delle località coperte si scopre ultimamente il Comune di Aielli, centro abruzzese che da queste ultime ore gode del beneficio del network Free. Nel corso dell’anno hanno aderito anche le amministrazioni locali di Anzi (Basilicata), Carpino (Foggia) e del Parco Nazionale Alta Murgia (Puglia) partendo dalle richieste iniziali delle zone terremotate di Amatrice. Ottima anche l’iniziativa per portare la connessione negli ospedali grazie all’installazione di 5000 access point.

Si punta sulla cosiddetta #SmartNation cui gli utenti partecipano scaricando l’apposita applicazione. Non serve dispositivi mobili come notebook ed ultrabook che rappresentano il prossimo passo per una rete veramente libera ed estesa. Ad ogni modo è già possibile creare un nuovo account registrandosi con nuove credenziali. Una volta completata la procedura il proprio profilo sarà attivo e valido per tutta l’Italia. Si naviga senza spese e con velocità massima di 30 Mbps in modalità illimitata.