3g3G addio, ora è quasi ufficiale, data la decisione di Vodafone di iniziare a spegnere i ripetitori in alcune zone del nostro paese. Il passo tanto temuto fino a qualche settimana fa potrebbe essere ormai dietro l’angolo, almeno per quanto riguarda l’avvio di una fase transitoria di test.

Il gruppo Vodafone si sta lentamente avvicinando ad un futuro più mirato verso il 5G e le nuove tecnologie, in Germania, ad esempio, ha effettivamente comunicato la decisione di spegnere ufficialmente il 3G a partire dalla fine del mese di Giugno 2021.

Per quanto riguarda il nostro paese l’ufficialità non è ancora arrivata, ma stando alle prime email ricevute dalla clientela, Vodafone sarebbe effettivamente pronta ad avviare un test di spegnimento della rete UMTS (3G) a partire dal 20 luglio.

 

3G addio: Vodafone pensa di spegnere le antenne

Tramite una newsletter, l’azienda ha comunicato ai residenti di 60 comuni dell’Emilia Romagna (ad esclusione dei capoluoghi di provincia Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena), uno spegnimento temporaneo della rete, per un periodo oscillante tra 14 giorni.

L’idea sarebbe proprio quella di verificare cosa accadrebbe nel momento in cui si decidesse di cessare definitivamente il supporto ad una rete che, almeno in passato, è risultata fondamentale per milioni di consumatori. Al giorno d’oggi, tuttavia, è davvero poco utilizzata, data l’ormai imminente diffusione del 5G, affiancata comunque da una rete 4.5G in grado di coprire più del 98% del nostro paese.

L’ipotesi più probabile è proprio quella di assistere ad uno spegnimento definitivo, chiaramente non sarà immediato, sarà graduale e riguarderà i prossimi anni.