navigazioneDurante la navigazione della petroliera battente bandiera liberiana “Willowy”, mossa dalla società Executive Ship, con sede a Singapore; durante il viaggio in direzione Cape Town inizia a navigare in cerchio senza poter ripristinare la rotta. La nave non è l’unica a riscontrare questo atipico problema quel giorno, altre quattro navi si trovano in quel tratto di mare.

Il fenomeno però non è nuovo, anche in altre parti del mondo si manifestano fenomeni molto simili; ormai da mesi navi di varie dimensioni rimangono bloccate in un continuo loop circolare per un lasso di tempo che va da alcune ore fino ad una settimana. La coincidenza è che questi fenomeni avvengono spesso nei pressi di confini navali, terminal petroliferi e strutture governative cinesi.

 Le possibili cause della navigazione circolare delle petroliere

 

Stando alla prima analisi il fenomeno pare dovuto ad interferenze nei sistemi di posizionamento satellitari anche se non è stata chiarita la fonte delle interferenze. Secondo il parere di Phil Diacon, amministratore delegato della Dryad Global, società di sicurezza marittima, la causa potrebbe essere un tentativo di sabotaggio da parte della Guardia Rivoluzionaria Iraniana, come rappresaglia per le sezioni imposte da gli U.S.A.

Alcuni di questi fenomeni sono però avvenuti lontano da acque cinesi o iraniane e il GPS delle navi veniva rifocalizzato nella baia di San Francisco. La spiegazione potrebbe giungere dall’Agenzia Spaziale Internazionale; non è infatti da escludere che queste interferenze siano delle anomalie del campo magnetico terrestre che sarebbero il preludio di una fase di inversione magnetica. La compagnia proprietaria della Willowy, la Executive Ship, dichiara ufficialmente che il problema, a quanto pare, sia dovuto a un improvviso sbalzo di corrente.