SMARTPHONE-RADIAZIONI

Le conseguenze che uno smartphone può recare in un individuo sono da sempre sottovalutate. Difatti molto spesso ci ai addormenta con il dispositivo sotto al cuscino, lo si tiene costantemente vicino e si utilizza senza cuffiette mentre si effettuano lunghe chiamate. Dunque, può causare dei problemi? La comunità scientifica, a livello internazionale, non ha ancora confermato un’analisi certa sulla correlazione tra i tumori cerebrali (o alla testa o al collo) e l’esposizione alla radiofrequenze da cellulari. Ciononostante, per prevenire al meglio ogni possibilità, si consiglia di utilizzare un telefono fisso. 

Nell’attesa di una risposta, sono stati sottoposti ad un studio (Cosmos) della durata di 10 anni, 300mila utilizzatori di cellulari.

Smartphone: come prevenirne delle possibili conseguenze

L’esposizione alle onde elettromagnetiche emesse dei nostri smartphone è quindi un pericolo da non sottovalutare. Per questo, ecco alcuni semplici accorgimenti per salvaguardare la vostra salute.

  • Nei momenti di inutilità spegnete il dispositivo oppure impostate la modalità aereo così da interrompere le trasmissioni wireless ed evitare una inutile esposizione alle radiazioni.
  • Quando dovete effettuare delle lunghe chiamate, utilizzate sempre gli auricolari con cavo e non quelli wireless. In questo modo limiterete le radiazioni provenienti dal dispositivo.
  • Non date ai bambini i telefoni. Piuttosto donategli attenzioni e amore, basteranno per farli sorridere!
  • Se vi trovate in un luogo con poco campo, non effettuate chiamate. In quanto il dispositivo avrà bisogno di più forza radiante, quindi più radiazioni pericolose.
  • Non addormentatevi con il cellulare sul comodino e non usatelo come sveglia. Questo può aumentare la vostra ansia. Scegliete sempre la classica sveglia.