smartphone-dipendenzaSiamo nel 2020, l’era in cui la tecnologia è accessibile letteralmente da tutti, in cui gli smartphone sono alla portata di chiunque, soprattutto i più giovani. Per quanto tutto questo abbia innegabilmente degli aspetti positivi per tante ragioni, bisogna anche ammettere che laddove questa cosa non ha più equilibrio, rischia di diventare negativa e pericolosa. In particolare in America, è stato fatto un sondaggio riguardante la diminuzione dell’attività sessuale tra i giovani, comparata al 2000. La percentuale crolla drasticamente in questi anni, attribuendo agli smartphone, tra le ragioni principali, la causa.

Sesso e tecnologia, quando una cosa preclude l’altra

A fare questa ricerca, è stato Jama, Journal of the American Medical Association e ha rivelato che il 31% dei ragazzi tra i 18 ei 24 anni non ha avuto un rapporto sessuale durante l’ultimo anno. Negli anni 2000 questa percentuale era ridotta al 19% è la causa non è da attribuirsi al coronavirus. La riduzione le ragazze è più leggera, passata infatti dal 15 al 19%.

La fascia d’età più matura, in questo caso, va dai 25 ai 34 anni e ha subito una diminuzione più lieve 2 punti il 14% dei maschi, che prima erano il 7% il 13% delle femmine, che all’epoca corrispondevano sempre al 7%. per gli over 35 invece, non è stato registrato nessun cambiamento e nessun calo da qui a vent’anni fa.

Ad ogni modo, se andiamo a controllare le percentuali di coloro che si sono dedicati al sesso, scopriremo che nell’ultimo anno la percentuale e comunque calata per tutti. Pertanto, basandoci soprattutto sulle fasce d’età, ma anche su questo periodo storico, ci rendiamo conto che qualcosa sta cambiando nelle abitudini. La domanda che già ma si pone, è perché tutto questo accada. In seguito a una serie di ragionamenti, l’unica cosa a cui si arriva e che gli Smartphone hanno cambiato radicalmente le abitudini, soprattutto nei più giovani.

La possibilità di avere tutto il giorno uno strumento di intrattenimento tra le mani, impedisce interazione reciproca tra le persone. Questo molto spesso, finisce col distrarre da determinati bisogni, oltre che diminuire le interazioni sociali in generale.