Rimborso-Canone-Rai-truffa-email

Tantissimi utenti continuano a ricevere dalla Rai una nuova comunicazioni in merito al Canone Rai e ad una parte di rimborso da poter richiedere gratuitamente. In molti hanno effettuato la richiesta con successo perché convinti di trovarsi davanti ad una società che, come tante altre, ha deciso di contribuire in questa situazione di Coronavirus, ma purtroppo si sono ritrovati per l’ennesima volta truffati.

Questa nuova e-mail è creata appositamente dagli hacker per ingannare le loro vittime dalla presenza della denominazione e logo della RAI, una nota e affidabile società radiotelevisiva. Difatti, è bene specificare che la nota società non è coinvolta in questi subdoli trucchetti ideati per impadronirsi delle informazioni altrui e periodicamente invita gli utenti di prestare molta attenzione alla ricezioni di tali e-mail.

Rai e truffe tramite e-mail: ecco l’ultima da eliminare immediatamente

Questa nuova e-mail comunica a tutti gli utenti la possibilità di richiedere il rimborso di una parte del canone. Gli utenti possono riceverla direttamente tramite accredito su conto corrente bancario o postale dopo aver inviato la richiesta tramite alcuni moduli.

Per facilitare la procedura, spiega l’email, a fine comunicazione è possibile cliccare su un link apposito per compilare il modulo inserendo alcuni dei dati personali e l’iban su cui accreditare il rimborso. Purtroppo anche il link sembra essere quello della Rai, ma è solo l’ennesimo metodo degli hacker per ingannare ulteriormente le vittime.

Gli hacker in questo modo riescono ad impadronirsi delle informazioni personali delle vittime e ad effettuare in un secondo momento molteplici operazioni. E’ infatti molto importante prestare attenzione sempre e adottare alcune misure di sicurezza per evitare di ricevere questo tipo di mail.