unipolsai accusata di pubblicità ingannevole

Il lockdown è finalmente cessato e sebbene l’Italia sembra aver voltato pagina, una questione nata proprio nei mesi di chiusura continua a far parlare di sé; UnipolSai, la compagnia assicuratrice, sembra essere ancora il pensiero focale di molti a causa del messaggio fuorviante lanciato nei suoi ultimi spot pubblicitari e che non solo ha sollevato discussioni tra i consumatori, ma anche provvedimenti da parte di associazioni ed enti.

Capace di aver sfruttato un momento tanto incerto come quello vissuto nel pieno della pandemia, UnipolSai è stata oggi incriminata dall’UNC per la sua pratica senza valori ma bensì di solo e puro marketing. 

RC auto: niente mese gratis se prima non si rinnova con UnipolSai

Recitante uno slogan chiaro e conciso (  “UnipolSai ha deciso di restituirti un mese di polizza RC auto“) lo spot pubblicitario mandato in onda in questi mesi promette qualcosa di inesatto e non specificato in modo chiaro. Come affermato da Massimiliano Dona, avvocato e presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, loro “non ti ridanno un mese, bensì te lo scontano sulla eventuale futura polizza, nel caso il consumatore decida di rinnovarla con la loro compagnia. Insomma, non ci sospendono un mese di pagamento adesso, ora che le famiglie sono in difficoltà, ma ci daranno un voucher da utilizzare al momento del rinnovo” andando a costruire un’intera azione di marketing sopra una omissione.

In tale prospettiva, l’UNC ha persino presentato un esposto nei confronti della compagnia assicuratrice: ora sarà compito dell’Antitrust vigilare sulla questione decretando la colpevolezza o l’innocenza dei fatti.