addio 3GLa connessione 3G si appresta a percorrere il viale del tramonto con alle spalle una onorata carriera mobile nel campo delle telecomunicazioni terrestri. Gli operatori nazionali hanno validi motivi per mettere la parola FINE ad un network i cui servizi appaiono superflui.

Si sta puntando tutto sul 5G per l’alta velocità con il supporto low-cost della rete di quarta generazione che persevera con TIM, WindTre, Vodafone, Iliad ed MVNO. Per la vecchia linea non c’è speranza di persistere di fronte all’onnipotenza delle altre tecnologie. Lo spegnimento pare inevitabile ed ormai è soltanto questione di tempo. Ecco cosa succederà.

 

3G: succederà che la rete verrà abbandonata per colpa del 5G

Pochi usano ancora il segnale 3G. Rappresenta più che altro una sorta di pezza ai disservizi dei gestori su rete 4G. Non tutti hanno uno smartphone con modem aggiornato e di fatto, tranne che per Vodafone e TIM, non esiste ancora una vera concorrenza sul mercato delle offerte di nuova generazione. Quando Fastweb, WindTre ed Iliad conclameranno le proprie tariffe 5G cambierà tutto. Non ci sarà spazio per la rete 3G che oggi conosciamo.

Con la promessa di una velocità massima over Gigabit ed un bagaglio di servizi innovativi i gestori ribalteranno l’idea di connettività segnando un nuovo traguardo che renderà obsoleto, una volta per tutte, il network 3G.

A partire da questo mese, inoltre, si assiste all’accensione delle nuove antenne con un drastico cambio generazionale nella concezione dei servizi Internet. I ripetitori non preoccupano più dopo le valutazioni fatte a valle degli ultimi studi sul campo delle radiazioni. Proprio su questo punto, infatti, lo shutdown 3G è ambivalente in concomitanza alla scarsa velocità in uso. Le radiazioni si riducono lasciando spazio al nuovo grande network hi-end.