WhatsApp: nuova truffa per migliaia di euro a nome di Amazon, utenti terrorizzati

WhatsApp non ha fermato il suo incessante lavoro di sviluppo nemmeno nelle lunghe settimane primaverili caratterizzate dall’emergenza Covid. La piattaforma di messaggistica, oltre ad essere un punto di riferimento per gli utenti durante il lockdown, ha introdotto anche nuove funzioni come la modalità notturna ed il salvataggio dei contatti con codice QR.

 

WhatsApp, l’addio a questi smartphone è ora definitivo

Il costante sviluppo del servizio è caratterizzato da aggiornamenti continui che riguardano sia la piattaforma mobile (quella classica per smartphone) sia la piattaforma desktop (il servizio WhatsApp Web).

Come ovvio, gli sviluppatori per favorire un progressivo miglioramento della chat devono guardare anche al fattore economico. Per questa ragione, nel recente passato si è scelto di favorire gli upgrade sugli smartphone di più recente data.

In casa WhatsApp vi è una continua revisione per gli smartphone compatibili. Nelle ultime settimane, per fare un esempio, il servizio ha tagliato completamente i ponti con i dispositivi che si dotavano di sistema operativo Windows Phone.

WhatsApp ha però rivisto la compatibilità anche per gli iPhone: la chat non è più presente sui device da iPhone 6 o precedenti. Per gli smartphone Android invece vi è stato un taglio con tutti i cellulari con sistema operativo antecedente al numero 2.3.7. 

In alcuni casi, per questi esempi ora citati, WhatsApp non è più operativa in maniera totale su smartphone. In altri casi, invece, nonostante la mancata disponibilità al download sui marketplace, il servizio continua ad essere presente sui dispositivi in cui è già installato ma gli utenti non avranno la possibilità di effettuare aggiornamenti di sicurezza.