poste-italiane-truffaI clienti Poste Italiane si rendono parte attiva in una nuova truffa che è ora in grado di azzerare i conti personali. Il pericolo infiamma in rete sotto i colpi di email ed SMS rischiosi. Non si può fare altro che parlare di phishing, ovvero comunicazioni sospette il cui scopo è solamente quello di rubare. In questo caso si tratta sia di dati che di soldi, ora misteriosamente spariti. Ecco cosa sta succedendo dopo le segnalazioni della Polizia Postale.

 

Nuove segnalazioni per le truffe POSTE ITALIANE: utenti atterriti di fronte al credito sparito

Niente a che fare con un messaggio ufficiale. Si tratta di SPAM puro e semplice. Gli hacker mirano alla cieca colpendo ignari clienti spaventati dalle comunicazioni in arrivo. Si notificano accessi indesiderati o richieste di intervento per la modifica dei dati personali. In ogni caso si discute di frode che si realizza per mezzo di un link sospetto allegato al messaggio e pronto a dirottare l’utente su siti spia.

Il portale indicato nella email non appartiene al gruppo Poste Italiane ma è stato concepito dai malfattori con la logica del pharming. Tale termine identifica un sito clonato dall’originale ma con scopi illeciti. Registra, infatti, tutto ciò che inseriamo nei form e che digitiamo dalla tastiera. Usa questi dati per creare un profilo con dati sensibili e credenziali segrete di accesso ai conti.

Si consiglia – come reso noto dalla Polizia Postale – di non aprire l’email o il messaggio SMS. Si deve avere cura di informarsi prima di prendere una brutta decisione. Il Servizio Clienti del gruppo è sempre disponibile come anche le autorità competenti che sconsigliano di mantenere il messaggio in memoria. Fate attenzione e prendete informazioni prima di procedere. Cancellate il messaggio.