imei-vivo-smartphone-android-mistero-problema-india-caos-download-software

I numeri IMEI, abbreviazione di International Mobile Equipment Identity, sono utilizzati come identificatori univoci e immutabili per smartphone e altri prodotti elettronici di consumo. Gli operatori mobile utilizzano questi numeri per identificare dispositivi validi. In collaborazione con le forze dell’ordine locali, è possibile impedire ai telefoni rubati di accedere a Internet o essere rintracciati. Tuttavia, le cose potrebbero complicarsi se un gruppo di dispositivi condivide lo stesso IMEI. 

Questo è proprio quello che è successo con oltre 13.000 telefoni Vivo in India. Secondo i rapporti locali, la truffa è stata scoperta per la prima volta quando un ufficiale ha riparato il suo smartphone Vivo l’anno scorso, seguito da continui errori di sistema quando lo ha ricevuto. Ha poi notato che il numero IMEI era cambiato. Dopo un’indagine, la polizia ha identificato 13.557 altri telefoni Vivo con lo stesso IMEI in tutta l’India e ha sporto denuncia contro il produttore.

Vivo accusata dei problemi legati agli smartphone con IMEI uguale

L’India ha persino introdotto una legge che ha reso la frode dell’IMEI un reato punibile nel 2017, ma a quanto pare non era abbastanza per scoraggiare la pratica. È certamente possibile che tutti i dispositivi con l’IMEI in questione vengano bloccati dai gestori, il che potrebbe aiutare a mitigare i problemi di sicurezza.

Secondo The Times of India , un dipartimento di polizia in un’altra parte del paese, il Madhya Pradesh, ha scoperto che oltre 50.000 telefoni Vivo condividevano lo stesso numero IMEI l’anno scorso. L’incidente potrebbe essere ricondotto a un’officina mobile, anche se Vivo e i fornitori sono stati accusati di essere coinvolti nel crimine.