oggetti militariGli oggetti militari che nel corso del tempo sono diventati di uso comune sono molti più di quello che ripotrebbe pensare. Basti pensare che quello che noi conosciamo come internet è nato da un progetto del ministero della difesa americano. Un esempio possono essere le barrette energetiche; oggi usate dagli sportivi di tutto il mondo ma, durante la seconda guerra mondiale, parte integrante delle razioni per i soldati al fronte esattamente come le baratte di cioccolato Survival Bar.

Passando all’abbigliamento le scarpe Desert Boost, meglio conoscete come “Clarks”, nascono come scarpe dell’esercito inglese; indossate nelle spedizioni nel deserto del Sahara, così come tipico della aviazione americana era il bomber. Risalente invece al periodo della Grande Guerra è l’invenzione dell’orologio da polso, molto utilizzato nelle trincee.

Oggetti militari: anche fiammiferi e le Harley-Davidson

 

Un’altro oggetto nato come supporto militare è il fiammifero anti-vento, usato dai soldati finlandesi per creare rudimentali Molotov. Anche l’idea di drone nasce tra le fila dell’esercito, durante prima guerra mondiale venivano usati dei piccioni dotati di macchine fotografiche in miniatura per spiare le linee nemiche. Altro capo di abbigliamento nato in ambito militare sono le Magnum Boots; questi scarponi hanno il pregio di essere maggiormente pratici dei classici anfibi mentendo quasi intatta la protezione che offrono.

Sembrerà incredibile ma anche la famosa casa di produzione motociclistica Harley-Davidson nasce come supporto militare; utilizzata per la prima volta durante la Grande Guerra diventa poi un’icona durante la WWII. Infine le sigarette pare siano nate in seno all’esercito turco durante la Guerra di Crimea e successivamente sdoganate durante il secondo conflitto mondiale durante il quale arrivano a diventare addirittura simbolo di libertà.