diesel elettrico

Nelle ultime settimane, a seguito della ripresa post Lockdown, sul web si è tornato a parlare dell’inquinamento e del riscaldamento globale. Come c’era da aspettarsi, dunque, è ripartita nuovamente la sfida tra il Diesel e l’Elettrico, i due propulsori considerati il futuro del settore automobilistico. Ad oggi, quindi,  la popolazione mondiale è completamente spaccata in due: da un lato chi continua ad appoggiare il Diesel mentre, dall’altro, chi crede fermamente nell’eco-sostenibilità del’Elettrico. Per far chiarezza sulla questione, quindi, di recente un famoso istituito Tedesco ha deciso di condurre alcune indagini sulle emissioni di un veicolo Diesel e di uno Elettrico. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Il Diesel batte l’Elettrico: ecco tutta la verità sulle emissioni di CO2

A causa dei continui blocchi imposti sulla circolazione, lo scorso anno centinaia di migliaia di consumatori Italiani, in possesso di un veicolo con motore Diesel, sono stati costretti a restare in casa per diversi giorni. L’obiettivo di questi divieti, quindi, è stato quello di ridurre i livelli di emissioni di CO2 presenti nell’aria.

Di recente, però, il noto istituto Ces-Info di Monaco di Baviera ha svelato una situazione completamente diversa da quella disegnata negli ultimi anni. Confrontando i parametri di una Mercedes C220d e di una Tesla Model 3, Infatti, è emerso che i livelli di emissioni sono nettamente più elevati elevati nel modello elettrico. Ecco di seguito i valori riscontrati:

  • il modello tedesco produce 142 grammi di CO2 per chilometro;
  • il modello Elettrico produce 165 grammi di CO2 per chilometro.

L’Elettrico rappresenta in assoluto la soluzione eco-sostenibile da adottare in futuro ma, a quanto pare, quest’ultimo ha ancora molta strada da percorrere. I livelli di emissioni cosi elevati, infatti, sono dovuti principalmente alle batterie, prodotte ancora in molti paesi con combustibili fossili.