IPTV: tutti gli utenti ritrovano la Serie A a zero, ma attenzione

Con l’utilizzo dell’IPTV molti utenti hanno dovuto fare a meno della Serie A e di tutti gli altri sport durante gli ultimi mesi. Questo a causa del Covid-19 che ha bloccato il mondo in generale. A quanto pare però ora tutto è ripartito e con il ritorno della Serie A gli utenti sono pronti a riprendere anche con i loro abbonamenti pirata.

Bisogna però stare molto attenti visti i controlli aumentati da parte delle Forze dell’Ordine. Infatti la legge adesso è molto meno permissiva rispetto a prima e a dimostrarlo sono le pene inferte a oltre 220 utenti italiani beccati.

Per avere le migliori offerte sui decoder Android legali, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: tutti gli utenti rischiano grosso con la ripresa della Serie A

Il mondo IPTV può essere fonti di gravi problemi con la legge per gli utenti. E’ infatti prevista una multa da migliaia di euro con tanto di reclusione per chi vende il servizio. Inoltre sarete costretti a consegnare alle Forze dell’Ordine i vostri dispositivi utilizzati per la visione.

“L’operazione annunciata dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza in tema di contrasto alla diffusione di IPTV pirata si inquadra in un contesto strategico più ampio legato al fenomeno della pirateria che in Italia resta un problema centrale per l’industria audiovisiva e per il settore della cultura più in generale” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale della Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV).

“La strategia della nostra Federazione è quello di collaborare con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte per scardinare la piramide illecita e criminale che si cela dietro la pirateria, sia fisica sia digitale.”