conciliaweb-piattaforma

Iniziamo col dire che Conciliaweb è la nuova piattaforma telematica per la gestione delle controversie con le compagnie telefoniche. Questa non è adatta a tutti, in quanto richiede una conoscenza giuridica approfondita per poter avviare nel modo giusto una procedura di conciliazione. Ma di cosa si tratta? Questa rappresenta la risoluzione delle controversie tra utente e gestore, dunque agisce da “conciliatore” che permette di risolvere i problemi senza la presenza fisica dell’utente. Il tutto avverrà quindi online e durerà dai 20 ai 60 minuti, dopodichè si deciderà di effettuare un verbale di accordo o di mancato accordo. 

Conciliaweb: come funziona e come ci si registra?

Dopo aver spedito la tua istanza Corecom, esso impiegherà 10 giorni per aggiornarti sull’ammissibilità (o inammissibilità). Nel primo caso verrà avviata una procedura per il tentativo di conciliazione. Se questa non dovesse andare a buon fine, inizierà la vera e propria conciliazione, che può avvenire con dei passaggi semplificati o ordinari. La prima avviene tramite mail o altri canali di comunicazione non simultanei e sarà applicata solo nel caso in cui il tema dell’istanza riguardi:

  • addebiti del traffico roaming internazionale e per servizi in sovrapprezzo
  • attivazione di servizi non richiesti
  • restituzione del credito residuo e del deposito cauzionale
  • errato o inesistente inserimento dei dati negli elenchi pubblici
  • spese riguardanti il recesso o il trasferimento dell’utenza ad altro operatore
  • cessazione vietata o in ritardo del servizio a seguito di disdetta o recesso.

La procedura ordinaria, invece, avviene nella virtual room della piattaforma Conciliaweb. Nel caso in cui l’esito della conciliazione risultasse negativo, si potrà:

  • chiedere al Corecom il perché della controversia
  • decidere di rivolgersi al Giudice di Pace.