app-immuni

L’app Immuni, creata dopo numerose polemiche, con lo scopo di favorire il rilevamento di eventuali contatti con il Covid-19 da parte degli utenti che la utilizzano, è presente da pochi giorni all’interno dei nostri smartphone. Prima di riuscire a trovare un accordo sulle modalità in cui diffondere questa app, il dibattito con il Garante della Privacy, è andato avanti per settimane.

Proprio per questa ragione, l’app Immuni è estremamente sicura, non traccia i nostri dati tramite il GPS, ma solo con il Bluetooth. Inoltre, non è possibile per l’app conoscere la nostra identità o quella dei contatti che abbiamo intorno a noi, tutto rimane estremamente riservato. Dopo questa spiegazione precisa, alcune persone inizialmente più paranoiche, si sono tranquillizzate. Tuttavia esistono anche delle persone che continuano a diffidare e in determinati momenti, a prescindere da tutto, preferirebbero disattivare il tracciamento dei dati. Ecco quindi, come fare.

Appri immuni, ecco in che modo disattivarla

Fortunatamente per coloro che non temono la questione della privacy e che usano tranquillamente questa app, l’app Immuni è semplice e intuitiva da usare e può essere disattivata in qualunque momento senza nessun problema, sia su Android che su iOS.

Potete scaricare l’app e disattivarla in seguito, con pochissimi passaggi. Sarà sufficiente abilitare o disabilitare le notifiche. Quando le notifiche sono attive, vuol dire che l’App è in funzione. Quando invece le notifiche sono disattivate, l’app risulta spenta e non è in grado di rilevare i contatti con altri utenti. Vi ricordiamo pertanto, che benché sia possibile farlo, non è assolutamente necessario disattivare l’app Immuni, soprattutto perché tenerla attiva indica un buon senso civico e un desiderio di collaborazione. Non correte alcun rischio di violazione della privacy.