Bonus Vacanza

Tra le novità del Decreto Rilancio, divenuto oramai legge, vi è senza dubbio alcuno il cosiddetto Bonus Vacanza. Per favorire il turismo interno, in vista della prossima estate e dopo l’emergenza Coronavirus che ha messo in ginocchio il settore alberghiero e dei viaggi, il Governo ha previsto uno sconto sino a 500 euro per gli italiani che si metteranno in viaggio verso mete della nostra penisola.

Bonus Vacanza, come richiedere lo sconto sino a 500 euro per l’estate

Il Bonus vacanza si rivolge tanto alle famiglie, alle coppie ed anche ad i single con diverso valore. Per le famiglie è infatti previsto uno sconto di 500 euro sulle prenotazioni, per le coppie il valore si attesta sui 300 euro, mentre per i single il valore del bonus sarà di 150 euro.

Per richiedere il Bonus vacanza sarà necessario avere il proprio ISEE aggiornato all’ultimo anno. Per loro che non hanno ancora l’ISEE, è possibile richiedere la certificazione fiscale o in un CAF della propria regione o anche attraverso il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. Lo sconto sarà garantito a chi ha un ISEE dal valore uguale o inferiore ai 40mila euro. 

Una volta ottenuto l’ISEE, sarà necessario attivare SPID, l’identità digitale per i servizi della Pubblica Amministrazione. Attraverso SPID ed attraverso un’app che sarà lanciata a metà mese, gli italiani potranno effettuare la loro prenotazione alberghiera.

Alcune condizioni da rispettare. Il Bonus vacanza non potrà essere utilizzato su piattaforme OTA come Booking, Hotels.com, AirBnb, ma solo attraverso l’app ufficiale di cui prima. Al momento della prenotazione, l’80% del valore del bonus sarà detratto sul costo totale del soggiorno. Il restante 20% invece sarà detratto in sede di una futura dichiarazione dei redditi.